Slideshow in homepage

titoloquarto

Perù

Il Perù ha centinaia di chilometri di coste, benedette da onde incredibili. Qui si trova l'onda più lunga del mondo. Questa sinistra utopistica s'infrange dolcemente per quasi un chilometro nei pressi di Chicama.

Tabella periodi

 

Miglior periodo: Marzo-Ottobre

 

  Gen
Mar
Apr
Giu
Lug
Set
Ott
Dic

Temperatura

acqua

Frequenza

onde

Altezza

onde

 

facebook

Iscriviti alla newsletter!

Perù

ilsurf_quandoandare_general info

Il surf

Il Perù è un Paese che attrae sempre più surfisti provenienti da tutto il mondo grazie alle sue onde infinite e ai venti offshore. Lungo tutto la sua costa è possibile trovare onde adatte a tutti i livelli e spot di tutti i tipi. La zona in cui si concentrano la maggior parte dei surfisti stranieri si trova nel nord del Paese, e soprattutto a Chicama, casa di una delle onde sinistre più famose e lunghe del mondo. Quest’onda raggiunge lunghezze eccezionali (oltre 500m) con vento offshore ed è un’onda che srotola gentilmente, adatta anche ai surfisti di livello intermedio. Un plus aggiuntivo è lo scarso affollamento poichè nella zona ci sono numerose altre onde dello stesso livello e quindi i surfisti possono distribuirsi facilmente. Le mareggiate provengono principalmente da sud-sud ovest, con una misura media intorno ai 2 metri (6 feet) e la consistenza è elevatissima in tutti i mesi dell’anno. Raramente si incontrano giorni di piatta. Inoltre, come se non bastasse, il periodo delle mareggiate è altissimo, quasi sempre superiore ai 12 secondi. Tutto ciò rende il Perù un paradiso in terra per i surfisti.

Quando andare

Il Perù è una destinazione ideale tutto l’anno. Da Novembre a Marzo le mareggiate arrivano da Nord Ovest, mentre nel resto dell’anno da Sud - Sud Ovest. Generalmente una muta da 3/2 mm è consigliabile anche se l’acqua è più calda a nord e più fredda a sud. Il clima è ideale perchè difficilmente piove e non fa mai troppo caldo o troppo freddo. È buona norma prestare attenzione quando si viaggia da soli, soprattutto all’interno delle città, per via delle numerose rapine che sono avvenute ai danni di viaggiatori solitari.